HOME > La Contrada > Percorsi storico-artistici > L’Archivio

L’Archivio

«L’anima delle Contrade si trova e si può conoscere appieno solo rovistando gli archivi contradaioli e specialmente leggendo i verbali delle adunanze dei Consigli generali. Sono questi i documenti che parlano la vera lingua contradaiola, che ci fanno sentire tutta la bellezza di questi secolari organismi morali.» (Giuseppe Zazzeroni)

L’Archivio della Torre, grazie al lavoro di tanti contradaioli che si sono avvicendati nella funzione di archivista, raccoglie documenti che vanno dalla fine del XVIII secolo ai giorni nostri.
Si tratta di un fondo di dimensioni contenute, articolato in tre sezioni.
Nella prima si trovano i documenti prodotti dagli organi statutari della Contrada. Nella seconda gli archivi aggregati, la documentazione cioè di quelle organizzazioni che, pur avendo fatto o facendo parte attiva della Contrada, hanno propri statuti: le Società nelle sue varie forme, il Gruppo Donne della Stanzina, i Giovani Torraioli, la Congrega della Paglietta, il Gruppo Donatori di sangue, il Circolo culturale I Battilana. Nella terza sezione, infine, si trova il materiale iconografico composto da foto, sonetti e stampe, oltre a video e registrazioni audio.
Ulteriori informazioni si possono trovare nel volume Inventario dell’Archivio Storico, a cura di Massimo Brutti, edito dalla Contrada nel 1996.
Per ricerche e studi è possibile accedere ai documenti dell’Archivio della Contrada della Torre facendo domanda all’Onorando Priore e rivolgendosi agli archivisti.

Per il biennio 2012/2013 gli archivisti sono Laura Brocchi, Francesco Fusi e Massimo Pennino.