HOME > La Contrada > I Simboli dell’appartenenza > La Bandiera

La Bandiera

La Torre inalbera dalla fine del Seicento una bandiera color rosso vinato con liste bianche e celesti.

Precedentemente l’insegna della Contrada era divisa di rosso e di giallo.

La bandiera è da sempre ritenuta un bene patrimoniale da conservare con la massima cura, sia per il valore simbolico che per quello economico, tanto che in passato la sua tenuta era affidata al camerlengo.

Nonostante i costi elevati, la Torre contava già nell’inventario del 1885 “12 bandiere di seta tutte in buono stato”. Nel 1957, grazie all’impegno dell’economo Alfio Andreini, è stato raggiunto il traguardo delle cento bandiere, tutte di seta.

Vi è quindi nella Torre una grande tradizione legata alle bandiere, che vengono confezionate dalle donne e dipinte da artisti contradaioli.

La Contrada realizza ogni anno una coppia di nuove bandiere – su disegno ricavato da antichi bozzetti o proposto da contradaioli in occasione del concorso tenutosi nel 2010 – che vengono presentate in occasione delle feste cateriniane o della festa titolare.

Nel percorso museale sono inserite alcune bandiere antiche, tra le quali una del 1919 con lo stemma della città di Trieste: con questa bandiera la Contrada ha voluto infatti celebrare la liberazione di Trieste e la sua annessione all’Italia.