HOME > La Contrada > I Simboli dell’appartenenza > La spennacchiera

La spennacchiera

L’articolo 57 del Regolamento del Palio di Siena prevede che “tanto per le prove come per il Palio, i cavalli debbano correre provvisti della briglia con pennacchiera portante i colori della Contrada alla quale vennero rispettivamente assegnati in sorte”.

La pennacchiera – o spennacchiera, come i senesi la chiamano – è dunque l’evoluzione di un pennacchio che in passato veniva applicato sulla testiera del cavallo.

Realizzata in pelle o tessuto, ha i colori della Contrada e permette l’immediata identificazione del cavallo.

Le cronache raccontano che già nel 1697 il cavallo della Torre ha briglie e penna rossa in testa.

Alcuni documenti conservati nell’Archivio storico del Comune di Siena attestano che nel 1749 il cavallo ha «penne, testiera e rosa di color focato con tremolanti e specchio in mezzo», e, nel 1770, «spennacchiera ponzò (rosso cardinale)».