HOME > La Contrada > I Gruppi > L’Economato

L’Economato

Il Gruppo economato ha il compito di curare la manutenzione di tutti i beni mobili della Contrada, affrontando un’enorme mole di lavoro sia nei giorni di Palio che nel resto dell’anno.

Troviamo traccia di un “Operaio Provveditore” nella Torre già nel 1900, ma è nel Verbale dell’Adunanza del Consiglio Direttivo del 1902 che per la prima volta possiamo vedere il termine “Economo” per indicare il contradaiolo che ricopre quest’incarico.

Con la crescita delle incombenze da portare a termine, negli anni, l’economato ha avuto la necessità di impiegare un vero e proprio staff, con un responsabile (chiamato Provveditore) e i membri del suo gruppo di lavoro.

Il Provveditore all’Economato è il consegnatario di tutti i beni mobili della Contrada, con esclusione di quelli storico-artistici, e ne ha la diretta cura e sorveglianza.

Questo basta per comprendere quanto diversificate e numerose siano le mansioni che il Provveditore e i suoi collaboratori devono svolgere durante tutto l’anno.

Si spazia dalla cura di monture e tamburi, di braccialetti e bandiere, di sedie e tavoli passando per la vestizione dei monturati per arrivare all’allestimento della Festa Titolare, del Battesimo contradaiolo e dell’Iniziazione.

Proprio gli Economi della Torre sono stati i protagonisti di un progetto assolutamente innovativo come il “Coordinamento fra Economi”, fondato proprio dall’economo torraiolo Alfio Andreini nel 1972, per affrontare e risolvere tematiche comuni.

Infatti, grazie al Coordinamento fu possibile discutere e superare problematiche di interesse comune a tutte le Consorelle, fino ad arrivare a richieste e contrattazioni di vario genere col Comune (ottenendo una sala dove poter svestire le Comparse dopo la Passeggiata storica e richiedendo uno spazio dove potersi riunire per i coordinamenti stessi). Non ultimo, in epoca più recente, si è giunti (grazie a questa intuizione di 40 anni fa) a risparmiare molti soldi facendo ordini comuni di materiale di uso e consumo quotidiano.

Ma per comprendere a pieno l’importanza del Gruppo Economato della Torre (come in ogni altra Contrada), basterà pensare al motto creato dallo stesso Andreini: “Gli economi, colonne di Siena”.

Approfondimenti

Il gruppo economato 2016/2017 >>
Archivio Storico dell’economato >>