HOME > La Contrada > I Gruppi > Congrega de La Paglietta

Congrega de La Paglietta

La Congrega de “La Paglietta” nasce nel 1967 «come espressione d’orgoglio di un gruppo di Contradaioli in contrapposizione alla grande ingiustizia subita dal Commissario Padalino con la sospensione della Torre per due palii» per i fatti dell’agosto 1966 (tratto dall’intervista al Priore Enzo Balocchi, “L’Avvenire” 15.7.1972).
Al momento del rinnovo dei costumi per il Giro, cercando un segnale di risposta al torto ricevuto, qualcuno ricordò che un tempo la comparsa era costituita da pochi elementi che vestivano pantaloni e camicia bianca, fusciacca rossa in vita e la classica paglietta in testa, ovviamente con la presenza di bandiere e tamburi.
L’idea di un contradaiolo di rievocare quell’antica tradizione prese immediatamente campo e la sera stessa iniziarono i preparativi che hanno portato alla nascita del primo gruppo, coordinato da Dino Barbagli e Rolando Rosini.
Il 30 Luglio 1967 i senesi, assistendo al rientro del Corteo della Torre, furono stupiti nel vedere dopo i monturati anche trenta “vecchi” alfieri e tamburini di piazza, muniti di bandiere e tamburi e vestiti in bianco con la paglietta.
La Congrega de “La Paglietta” aveva fatto così la sua prima apparizione e questa iniziativa estemporanea non finì in quella domenica di Luglio.

La Congrega della Paglietta è un’organizzazione di Contrada, il cui contributo è stato e continua a essere fondamentale come apporto funzionale e come riferimento sociale e tradizionale.
I suoi appartenenti hanno tra i propri obiettivi principali quello di mantenere, tramandare e rinforzare la fedeltà e il servizio alla Contrada, la cultura delle tradizioni, il rispetto degli anziani e il loro sostegno fisico e morale in caso di bisogno.

Al fine di ricordare e onorare ogni membro anche dopo la sua scomparsa, la Paglietta provvede alla realizzazione di un braccialetto che reca, nel piccolo scudo apposto nella parte anteriore, la dizione: Congrega “La Paglietta” e il nome del congregato.

I fondatori della Congrega, pur fra alterne vicende, hanno avuto la costanza di dare continuità e vita a quest’aggregazione, ormai attiva da più di 40 anni, che continua a offrire quotidianamente il proprio contributo alla Contrada.

Gli organi della Congrega sono il Capitolo e l’Assemblea, costituita dagli appartenenti alla Congrega.

Le norme sono definite dalla “Regola” (Statuto), la cui ultima approvazione è avvenuta il 26 maggio 2006.
Per essere ammessi a far parte della Congrega è necessario presentare domanda, referenziata da almeno due Congregati.

Sono inoltre richiesti alcuni requisiti: essere protettore della Contrada da oltre cinque anni, avere superato il quarantesimo anno d’età, non avere riportato provvedimenti disciplinari da parte della Contrada negli ultimi dieci anni e avere partecipato in maniera fattiva alle iniziative promosse dalla Congrega.

Approfondimenti

il Capitolo 2016/2017 >>