HOME > Sul Campo > Il Gruppo Palio

Il Gruppo Palio

Il Capitano, assieme al Priore, è una delle figure primarie della Contrada. Il suo compito si svolge totalmente nell’ambito del Palio, del cui esito è il principale artefice e responsabile, come recita lo Statuto della Contrada: “(…) Il Capitano è il solo responsabile della corsa (…)”.

In virtù della delicatezza del suo incarico, il Capitano lavora in totale autonomia per il conseguimento della vittoria sul campo. Nomina personalmente uno Staff Palio che gestisce durante il suo mandato che, nella Torre, dura tre anni. Queste figure sono le uniche in Contrada a non essere votate e decadono automaticamente assieme al Capitano.

I più importanti collaboratori sono i “Mangini” o “Tenenti”, che lo coadiuvano e agiscono per sua delega. Il Comune di Siena ne riconosce ufficialmente solo due mentre lo Statuto della Contrada della Torre non ne fissa un numero preciso. Per questo ogni staff Palio può avere un numero di Tenenti diverso, in relazione alle esigenze del Capitano in carica.

Sono inoltre nominati direttamente dal Capitano il Barbaresco e il suo (o i suoi) Vice, ovvero i “tecnici” che si occuperanno del benessere, della dieta e della pulizia del cavallo durante i quattro giorni, dormendo addirittura con lui e vegliandolo 24 ore su 24.

Oltre ai Barbareschi, le Contrade in genere – ed ovviamente anche la Torre – hanno iniziato da alcuni anni ad avvalersi dell’opera di veterinari e maniscalchi esterni alla Contrada. Questa attenzione che l’ambiente della stalla richiede nasce dalla volontà delle Contrade di tutelare costantemente la salute del cavallo nell’interesse della Festa stessa. Per questo si è preferito affidare il benessere dell’animale a professionisti del settore ippico (spesso anche nomi di rilievo nazionale) che posseggono maggiori competenze rispetto alle cure dei Barbareschi contradaioli, seppur amorevoli e capaci. Naturalmente ogni Contrada è molto attenta nella valutazione dell’operato dei propri veterinari e maniscalchi durante tutto l’anno poiché rappresentano un elemento strategico di primaria importanza.

Assieme a Tenenti, Barbareschi, Veterinario e Maniscalco, completano lo staff Palio della Torre altre figure importanti: i Guardia-fantino. Si tratta degli “angeli custodi” che devono garantire la tranquillità e l’integrità fisica (e morale) del fantino prescelto. Anche loro, proprio come fanno i Barbareschi col cavallo, passano ogni minuto del giorno e della notte col fantino durante i giorni di Palio, curandosi di ogni sua esigenza e del suo trasporto dalla Contrada alla casa in cui questi alloggia durante il Palio.

E’ infine compito del Capitano rispondere dell’operato del suo Staff in prima persona e fornire chiarimenti sull’annata paliesca con una relazione da leggersi in assemblea generale entro il mese di Settembre di ogni anno.

Paolo Capelli è l’attuale Capitano della Torre ed i suoi Tenenti sono Alessandro Zani, Dario Ricci, Stefano Guerrini e Claudio Menotti. Il Barbaresco è Massimiliano Materozzi ed i suoi Vice sono Simone Galgani e Guido Baglioni. Completano lo Staff Palio i Guardia-fantino Riccardo Mulatto, Duccio Benincasa e Francesco Bellandi.